.
Annunci online

1 luglio 2007
Il peggio della sinistra.


Se abitate a Roma, avrete sicuramente visto questa cosa qui sopra. E' nata Sxnet.it , una nuova community molto web 2.0, integralmente user generated, eccetera eccetera.
A dispetto dell'immagine minimal e dello stile amatoriale, questi qui qualche soldino devono averlo, dal momento che hanno tappezzato Roma di manifesti 6x3 che proprio due lire non costano. E' chiaro che dietro c'è un progetto ben studiato, molto accattivante e per nulla naif: grafica minimal molto azzeccata, parole semplici e dirette, apertura ad ogni contributo amatoriale: è lo stile della politica light, un po' quello che avevo in mente quando scrissi quella cosa sulla maratona come metafora della democrazia postmoderna: un mondo costruito e modellato quanto quello a cui si oppone ma che si finge assolutamente autentico e alla portata di tutti.
Si presentano così: Sxnet.it è una community, totalmente interattiva, sentimentalmente di sinistra. E' user generated: dietro questa home c'è una griglia, i contenuti spettano a chi entrerà. Perché le idee non solo si scambino, ma nascano.
Figuriamoci se non mi fa piacere che la sinistra si rinnovi, trovi idee nuove per un mondo nuovo. E figuriamoci se non mi fa piacere che in questo processo venga coinvolta la cosiddetta società civile e chiunque faccia politica in maniera gratuita portando il proprio contributo di idee. Io stesso del resto, un archeologo che ha un piccolo blog e che ogni tanto ha scritto su Left Wing, non faccio niente di diverso.
Però.
Però in tutto questo ho trovato tre paroline che non mi lasciano per niente tranquillo. Non voglio dare giudizi prematuri, però questi qui si presentano dichiarandosi sentimentalmente di sinistra, che è forse la peggiore definizione che abbia mai sentito della mia parte politica. Essere sentimentalmente di sinistra: espressione perfetta per quella assurda deriva per la quale una parte della società ha fatto sì che la sinistra sia diventata uno stato d'animo e non un progetto politico. Se poi ci mettete che nel giro di una settimana la candidatura di Veltroni ha riaperto la strada alla sinistra fru fru, a Flores D'Arcais, a Furio Colombo che ora intende candidarsi alle primarie del Pd, e insomma ai Girotondi e a tutte quelle cose che grazie al cielo avevamo dimenticato, beh la preoccupazione rischia di diventare vera angoscia.
La sinistra come stato d'animo: esattamente quello che alla sinistra non serve.
sfoglia
giugno        agosto


Pubblicità




Il tumblr


Borgognoni 2.0

Twitter

Tumblr

Flickr

YouTube



Andate a vedere





Leggete








Sostenete


Support Amnesty International





Le foto del borgo

www.flickr.com



Borgo su Leftwing

Modello Augusto
La sinistra e la lezione dei Simpson
L'exemplum di Veronica e Silvio
I sentimenti del Campidoglio
Il maratoneta democratico
Il campione delle foglie morte
L'autunno del pugilato
Le mani pulite del ciclismo
La serie B del ciclismo
Jan Ullrich, l'antitedesco
La metamorfosi di Ivan Basso
L'archeologia del ciclismo





Cerca




Feedz

Feed RSS di questo 

blog FeedBurner

Feed RSS di questo 

blog Rss

Feed ATOM di questo 

blog Atom



Stats





Locations of visitors to this page